Segnalato da Sernesi

Notizie e link segnalati da Massimo Sernesi, attivista di Democrazia in Movimento ed ex attivista e candidato del MoVimento a 5 Stelle. Ingegnere Informatico appassionato di ecologia, politica ed economia.
i comuni sostituiscono i vecchi lampioni con i led, piÙ rispettosi dei colori e meno costosi - Dagospia mobile

Coi led non si mettono a posto i bilanci pubblici, ma danno una mano…

#ecology
Comments
Marcia Globale per il Clima, 21.9.2014, Bologna

Io non posso perchè vivo all’estero, ma per chi può un’iniziativa interessante.

Comments
Renzi, le controriforme di Renzi e l'Unione Europea liberista - Il Fatto Quotidiano

I veri motivi delle riforme costituzionali: servono a fare, poi, le riforme strutturali a colpi di manganello…

#renzi #italia
Comments
Gaming Israel and Palestine | Stratfor

Le ragioni del continuo conflitto tra Israele e Palestina spiegate dal punto di vista di entrambi i fronti.

#israele #esteri
Comments
Berlusconi: 'Non m'importa del Senato, accordo con Renzi è su Italicum e giustizia' - Il Fatto Quotidiano

Metti una sera a Cena con Silvio che spiega i veri accordi con Renzi.

#renzi #berlusconi
Comments
s’investe troppo poco, cosÌ finisce il capitalismo all’italiana - Dagospia mobile

Una interessante ricerca mostra i mali dell’economia italiana. E non sono solo la pressione fiscale..

#economia #italia
Comments
Fine silenziosa del referendum - Corriere.it

La riforma che invece di andare avanti va indietro.

#renzi #italia
Comments
What, Exactly, Is Hamas Trying to Prove? - Jeffrey Goldberg - The Atlantic

Perché Hamas continua a cercare la guerra con Israele..

Comments
"Per impedire la corruzione bisogna dire addio al sistema delle deroghe"

"Per impedire la corruzione bisogna dire addio al sistema delle deroghe" - interessanti considerazioni sugli appalti in Italia

#italia #corruzione
Comments

Il mio commento alle elezioni europee.

Il multiregime

Le elezioni europee hanno sancito definitivamente la fine del berlusconismo e l’inizio del renzismo, l’unica speranza è che quest’ultimo non duri vent’anni come purtroppo capita in Italia. Ma Berlusconi e Renzi, a ben guardare, sono solo due espressioni di un regime che, in Italia, dura dal dopoguerra: il regime partitocratico. Lo stesso che nella prima repubblica era criticato da Berlinguer, Pannella e altri. Quello per cui si vota “per partito preso” senza guardare troppo ai contenuti e fidandosi delle decisioni calate dall’alto. La deformazione dei nostri tempi ha trasformato questa tendenza nel leaderismo oggi imperante e ha anche alcune diramazioni in certi abusi nella giustizia e nell’economia, per non parlare dell’informazione. Ma la realtà è che non sono nemmeno i partiti a comandare, essi sono espressione dei veri poteri forti, italiani e/o internazionali, che comandano il regime plutocratico decidendo chi finanziare e appoggiare, a volte finanziando anche più forze contrapposte per stare sul sicuro. Anche senza cadere in eccessi complottisti è sempre più chiaro che la finanza, di fatto, comanda sia sulla politica sia sull’economia reale, scavalcando i giochi di potere dei pesci grandi o piccoli mantenendo saldo il predominio di alcuni squali sulla catena alimentare. Ma l’acqua in cui sguazzano gli squali della finanza è l’economia attuale, frutto del dilagare delle idee neoliberiste e del Washington Consensus, che ha indebolito il potere degli stati fino a renderli succubi dei poteri forti. Ben pochi riescono a opporsi a questo sistema e chi lo fa ha spesso vita breve, sia perché si crea automaticamente molti nemici sia perché costruire un’alternativa è difficile, lo dimostrano le vicende di Venezuela e Argentina. Le forze esterne a questo sistema di potere, come credo sia e debba essere DiM, non possono non tenerne conto se vogliono fare analisi politiche corrette, distinguere tra possibili alleati e nemici giurati e lavorare per costruire un’alternativa, con un occhio vigile sugli esperimenti di chi ci sta già provando.

Comments